La protesta di mille gay e lesbiche in Vaticano

Sono scesi in piazza ieri a Roma, alle soglie del Vaticano per protestare contro la decisione della Santa Sede di contrastare la proposta europea di depenalizzare universalmente l'omosessualità. I militanti delle principali associazioni lgbt italiane si sono riuniti in piazza Pio XII per una fiaccolata contro le posizioni dei vescovi, accecati dall'ideologia.

C'erano Vladimir Luxuria, con cappio al collo, e Franco Grillini, c'era Aurelio Mancuso presidente Arcigay e c'era Marco Pannella con il cartello Vaticano-Talebano. Ma c'erano soprattutto militanti e persone comuni, gay lesbiche bisex trans eterosessuali, stanchi delle continue ingerenza vaticane, ma soprattutto indignati per la mancanza di misericordia della Curia romana.

Alla manifestazione, lanciata da Certi diritti, Arcigay Roma e Arcilesbica hanno aderito anche il Mario Mieli, l'Agedo, la rete Rifo.
Dopo il salto, il video postato da Stefano Bolognini.

Foto | Flickr di rosa640

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: