L'uomo gay che vuoi e l'uomo gay che vorresti essere

coppia gay

Quando guardi un uomo, lo incontri per strada, ti viene più voglia di averlo o di essere come lui? Nightcharm ci offre sempre degli spunti interessanti di discussione, un tema che affronta un noto che sta alla base del nostro essere omosessuale, specie nella fase germinale. Una questione che inevitabilmente investe il mondo gay in modo forte e potente.

Leggiamo quello che scrive un utente del sito in risposta a questa provocazione:

Ci sono una sacco di attivi - me stesso incluso - che sono attratti dai ragazzi che sono più piccoli fisicamente, magri e che hanno un temperamento giovanile e non troppo intensamente mascolino. Mi piacciono i muscoli, ma su di me, non molto nel ragazzo che vorrei. Penso che anche nel mondo omosessuale gli opposti si attraggano.

E' impensabile un ragionamento così semplicistico, ma c'è una certa dose di verità. Ogni persona ha delle cose che ama per se stesso e delle cose che cerca nell'altro. Cose che spesso non coincidono al 100 per cento e che creano una distinzione tra l'uomo ideale da "possedere" e l'uomo ideale di riferimento da emulare.

Il vero problema sarebbe se vivessimo esperienze sessuali e affettive con uomini che ci piacciono tanto perché vorremmo essere come loro (adolescenziale come cosa no?) confondendolo con quello di cui abbiamo bisogno per una potenziale relazione. Non credo alla teoria delle opposizioni, ma mi piace l'idea di una coppia che dia il senso della completezza.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: