Mario Monti dice no ai matrimoni gay

Mario Monti dice no ai matrimoni gay

Il mio pensiero è che la famiglia debba essere costituita da un uomo ed una donna, e ritengo necessario che i figli debbano crescere con una madre ed un padre.

Così ha affermato questa sera Mario Monti a ospite di Ilaria D'Amico a Lo spoglio su SkyTG24. Così nell'Italia che sale, i diritti sono ancora più in salita.

Mario Monti dice no ai matrimoni gaySecondo il Premier, inoltre:

Il Parlamento può trovare altre forme convincenti per regolare le altre forme di convivenza. Nel nostro schieramento ci sono posizione pluraliste, come negli altri partiti e come nella società.

Sintomatico per una persona che si è sempre detta europeista e ora all'Europa che chiede parità di diritti, risponde picche. Nota giustamente Flavio Romani, presidente nazionale Arcigay:

Evidentemente i lunghi anni passati in Europa non gli sono serviti a niente: diversi paesi europei hanno infatti ampiamente approvato leggi di tutela e piena parità per le famiglie di omosessuali e lesbiche [...] L'uscita di Monti di oggi, esattamente come quelle di Berlusconi, Casini, e altri su questi temi, rappresentano perfettamente chi vuole tener ancorato questo paese ad un medioevo economico e sociale, per fare i privilegi di pochi.

Qualche giorno fa, sempre a SkyTG24, Monti aveva detto che i diritti delle persone omosessuali non erano una priorità della sua formazione politica. Ora chiude proprio la porta e butta la chiave

Le dichiarazioni di Mario Monti avvengono proprio nel giorno in cui Alessio De Giorgi ritira la sua candidatura dalla lista Monti, a causa della “denigratoria campagna mediatica portata avanti in questi giorni ai miei danni soprattutto da Libero e da altri giornali ed emittenti”.

A seguire il video. La parte che riguarda il discorso diritti è dal minuto 4.38 (si inizia con De Giorgi e poi si va avanti)

Foto | Getty

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: