June Miller, moglie e musa "scandalosa" di Henry Miller

June Miller

Il suo nome fu, per intere stagioni, sulla bocca di tutti. La sua fama negli ambienti artistici fu pari a quella del celebre marito, lo scrittore Henry Miller. Bella e spregiudicata, June Miller (1901-1979) ossessionò prima il marito, poi un'altra scrittrice di fama, l' amata e discussa Anais Nin. Una magnifica ossessione che trovò sfogo in romanzi e svariati racconti.

I due si incontrarono quando June Miller aveva poco più di vent'anni ed uno sguardo che sapeva infiammare chiunque le venisse presentato. Lo scrittore pazzo d'amore lasciò per lei la prima moglie, ma la giovane nascondeva un carattere inquieto, un cuore mosso, un'indole imprevedibile.

Due anni dopo il matrimonio, la donna si invaghì perdutamente, ma senza sorpresa, della poetessa Jean Kronski, dando il là ad uno dei più celebri e chiacchierati menage a trois della storia letteraria. Un equilibrio precario (con un Henry Miller perennemente in affanno) che si spezzò quasi subito. Le due donne fuggirono allora lontano da Miller, a Parigi, ma l' idillio era in realtà già in frantumi. A June Miller non restò che tornare allora dal marito con cui partì per una serie di viaggi.

Folgorante fu l'incontro anche con Anais Nin. Un'amicizia che fece scalpore, ma che ispirò alla scrittrice pagine di raffinatissima sensualità. Separatasi da Miller nel 1935, June Miller si risposò poco dopo con un assicuratore, ma il destino le aveva ormai girato le spalle. Iniziò così per lei una discesa agli inferi. Anni bui vissuti tra motel di infimo ordine e spaventosi manicomi statali. Poco e nulla le fu risparmiato.

  • shares
  • Mail