Coppia gay, due bambini. E un patrigno rinnegato

bambinoCe la possiamo raccontare come vogliamo, ma l'adozione di un bambino, o la crescita di un bambino nato da una precedente relazione etero per una coppia omosessuale può riservare la peggiore delle sorprese: l'essere rinnegati come genitori.

Su QueerUk leggiamo questa interessante storia di vita:

Io e il mio ragazzo stiamo insieme da undici anni. Quando ci siamo messi insieme lui aveva due figli, una di 3 e uno di cinque. Ho contribuito alla loro crescita e gli amati come se fossero miei figli. Senza peraltro particolari contributi da parte della madre.

Adesso il ragazzo ha 15 anni e ha deciso che per lui io non sono suo padre. Me lo ha detto alcune volte e non so cosa fare. E' difficile da superare perché rende difficile il rapporto con il mio compagno e si comporta in maniera crudele nei miei confronti. Le persone mi dicono di non opprimerlo. Ho bisogno di un consiglio.

Che fare? Qualcuno di noi direbbe: cosa ti aspetti? Eppure. Cosa fare al posto suo? Probabilmente è corretto lasciare che il ragazzo adolescente esplori dentro di sé e in modo autonomo questo dramma frustrante di cui prova vergogna e disagio. E lasciare, con tutto l'amore di questo mondo, che possa riconvertire il suo giudizio nel tempo.

Chissà che frustrazione.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: