Intervista a Gabriel, escort gay e protagonista di un libro

Copertina del libro Viaggi distratti. Servizi all inclusive di Michele MilonSolitamente intervistiamo gli autori di libri a tematica gay. Questa volta, invece, intervistiamo direttamente il protagonista. Sì, perché il protagonista del libro Viaggi distratti. Servizi “all inclusive” – scritto da Michele Mìlon – è una persona reale che di professione fa l'escort. Il suo nome è Gabriel. Quindi, non ce ne voglia l'autore se facciamo parlare la sua “creatura”.

Gabriel, cosa si prova ad essere protagonisti di un libro?
È fantastico. Un modo per condividere delle esperienze particolari con gli altri. E in più, spesso, sono esperienze che non si possono raccontare a tutti e tutti i giorni.

La tua vita come è raccontata in “Viaggi distratti” corrisponde al vero oppure l'autore l'ha romanzata un po'?
Corrisponde al vero, fino ai particolari...

In quale episodio narrato ti ritrovi di più?
Non ce n'è uno in particolare. Avendoli vissuti mi ritrovo in tutti gli episodi. Ma forse Provenza è quello che rispecchia meglio una parte di me.

Com'è la vita da escort gay in Italia?
Penso sia identica alla vita da escort in qualsiasi altro posto in Occidente. È molto cambiata negli ultimi anni, però. Mentre con pochi colleghi fino a qualche anno fa eravamo i pionieri di internet, e quindi di un bacino di utenza nuovo e inesplorato, ora è alquanto diffuso. Non mostravamo pubblicamente il viso nelle foto, oggi lo mostrano tutti. C'è meno pudore e fare l'escort è diventato come fare una qualsiasi pratica sessuale le cui sigle riempiono i siti di incontri. Temo, però, che la qualità e la genuinità del mestiere ne abbia risentito parecchio.

Ti va di raccontarci un episodio particolare del tuo lavoro?
L'avventura sulla barca al largo di Taormina, il meeting di escort che avevo organizzato a Ibiza, il viaggio in Australia… forse potrei raccontarvi di quella volta che quasi mi innamorai di un cliente, o delle tante volte che un cliente si innamorò di me. Ma vi rimando a leggerle nel libro queste storie. In fondo è un mondo di trasgressione ma anche di romanticismo e di solitudine. Ma non lo sono tutti, visti in un certo modo?

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: