Paris Hilton esalta la perdita della verginità

Ecco l'arma segreta con cui il movimento lgbt potrà vincere i prossimi appuntamente elettorali e sbaragliare il fuoco di fila del perbenismo e dei valori religiosi portati avanti dalle decine di sette religiose presenti negli Stati Uniti. Chi meglio di Paris Hilton può essere la testimonial dell'edonismo allegro e spensierato, contro la pesantezza e il bigottismo dei cristiani rinati?

Basta leggere le sue ultime rivelazioni in fatto di verginità, quando racconta di averla persa a 16 anni, sul sellino di una Vespa (Colaninno ringrazia) sulla costa del Maine. E aggiunge un consiglio prezioso per tutte le ragazze:

«La verginità va persa presto altrimenti resta il rimpianto di non aver provato l'ebbrezza di essere stata violata da giovane. Purtroppo non giro più in Vespa perché devo essere continuamente sotto scorta, ma ho nostalgia di quei tempi».

Che mito questa donna! Lei è un genio, ma molto più geniali sono gli autori che le scrivono queste dichiarazioni.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: