A Empoli un carcere dedicato alle trans?

C'è un carcere modello a Empoli, finora riservato a un tipo speciale di detenute donne, che venivano accompagnate in un percorso di reinserimento sociale: tossicodipendenti e ragazze con problemi che, grazie all'indulto, sono sparite dalle carceri italiane. Adesso che le ultime detenute stanno per uscire, si pone il problema di che fare del carcere modello di Pozzale (Empoli). L'idea, avanzata dal provveditore regionale dell’amministrazione penitenziaria Maria Pia Giuffrida, è di aprire le porte del carcere alle detenute transessuali. Non si capisce perché, ma il garante per i detenuti Franco Corleone solleva qualche dubbio e mostra di non sapere molto di trans, quando teme che arrivi personale di custodia maschile. Ma le trans si presentano come donne!
Nel video un frammento di "Reparto trans".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: