Spagna, altre 7 associazioni entrano nella Felgtb

Si amplia la rete della Felgtb, la Federazione statale di lesbiche, gay, trans e bisex in Spagna. Altre sette associazioni locali hanno deciso di aderire a questo raggruppamento che rappresenta sempre più il panorama del movimento lgbt spagnolo.

Una buona notizia che però stride sempre di più con l'arretratezza del movimento lgbt italiano, dove le invidie personale, le gelosie e le ambizioni impediscano che si crei un reale coordinamento delle associazioni che operano a livello locale, con una serie di lotte intestine poco serie e poco utili. La Spagna invece ci insegna come l'unione fa la forza e il coordinamento di tante energie non può che giovare al movimento.

Con i nuovi ingressi la Felgt ha raggiunto le 55 associazioni aderenti, che si riconoscono in questo organismo nazionale pur mantenendo la propria specificità locale. Vista la storia del movimento gay in Italia, non sarebbe il caso di prenderli a modello?

Nella Felgtb sono entrate Extremadura Entiende, Plataforma de Activistas Sin Vergüenza (Catalunya), SegoEntiende (Segovia), Asociación Ex-Presos Sociales (Estatal), Nos Mesmas (Pontevedra), Galactyco (Cartagena) y Galehi, Asociación de Gays y Lesbianas con Hij@s (Madrid).

“Me piace sottolineare che continuiamo a crescere nelle piccole città, come Cartagena, Segovia o Pontevedra, dove c'è tanto bisogno di visibilità e appoggio da un'associazione lgbt", ha detto Antonio Poveda, presidente della Felgtb.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: