Silvio Berlusconi apre alle coppie di fatto anche gay?

Silvio Berlusconi apre alle coppie di fatto anche gay?

Tra Berlusconi e la Lega c’è l’accordo-stampella per le prossime elezioni. Lo annuncia lo stesso Silvio Berlusconi, entusiasta, sopite di Rtl 102.5 annuncia l'alleanza siglata ad Arcore. Nell’intervista radiofonica si parla di tante cose, anche di coppie di fatto. Scrive il Corriere:

E a proposito del riconoscimento giuridico delle coppie di fatto anche omosessuali: «Se si ha una maggioranza che consente di cambiare il codice civile». Al direttore di Rtl che gli chiede se dunque lui sia d'accordo, l'ex premier risponde sì con la testa.

Berlusconi ha tanti amici gay, simpatici e divertenti

Quindi, Silvio Berlusconi avrebbe finalmente aperto alle coppie di fatto, anche quelle composte da persone dello stesso sesso? A giudicare da quanto detto in radio sì, ma si sa che il Cavaliere è aduso a cambiare opinione. Dovrebbe metterlo nero su bianco, come suggerisce anche Flavio Romani, presidente nazionale arcigay:

Da parte nostra ne prendiamo atto, anche se è perfettamente legittimo sospettare della bontà di un cambio così repentino. Solo nel febbraio 2011, al Congresso dei Cristiani riformatori, Berlusconi esprimeva un "no" netto all'equiparazione delle coppie omosessuali alla famiglia tradizionale. Berlusconi scriva nero su bianco nel programma la posizione espressa oggi, e la sottoscrivano coloro che si presentano con lui. Sarebbe inoltre un segnale di vera attenzione e maturità politica se fra i candidati che saranno eletti nel centrodestra ci fossero persone apertamente e visibilmente gay, lesbiche e trans. Forse anche per il centrodestra italiano qualcosa si sta muovendo, sarebbe una novità assoluta per il nostro paese. In Europa tutti i centro-destra sono perfettamente allineati con i diritti per gay, lesbiche e trans. Attendiamo quindi novità.

Da un lato abbiamo Mario Monti che sulle coppie di fatto afferma che sono importanti ma non urgenti e se la dovrà vedere il Parlamento e non il Governo; dall’altro Silvio Berlusconi (e la Lega?) che sostiene che se ci sarà una maggioranza si potrà cambiare il codice civile e aprire alle coppie di fatto “anche omosessuali; dall’altro ancora Pier Luigi Bersani e le sue “unioni civili alla tedesca”.

Attendiamo novità, diciamo anche noi con Flavio Romani. Ce ne saranno? Non so. Del resto siamo in campagna elettorali e la moda di promettere di tutto e di più la conosciamo molto bene. Quel che è certo è che i politici non possono più tergiversare dinanzi all’uguaglianza dei diritti per tutti.

Foto | Getty

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: