Corpi, amore e sesso in mostra al Gender Bender


Come ogni anno a Bologna è tempo di cultura, arte e spettacolo queer con Gender Bender, il festival internazionale promosso dal Cassero e dedicato alle nuove rappresentazioni del corpo, delle identità di genere e di orientamento sessuale. Rappresentazioni teatrali e balletti; scenografie, film, cortometraggi e documentari; incontri con artisti come Paolo Poli; performance, mostre e installazioni.

Ce n'è per tutti i gusti, dal 28 ottobre al 2 novembre a Bologna. Come al solito non sono mancate le prime proteste da parte di qualcuno che non vede l'ora di censurare l'arte e soprattutto stabilire che cosa è arte e che cosa non lo è, senza avere la minima qualifica per intervenire. Stavolta è toccato alla ciellina di Forza Italia (ma le ha tutte?) Valentina Castaldini, consigliere comunale di minoranza. A lei non va bene che in uno spettacolo si esibiscano due minorenni e che il Comune abbia contribuito con la folle cifra di 12mila euro.

  • shares
  • Mail