I vescovi del Connecticut condannano le unioni gay

Zucchetti episcopaliPuntuali come sempre arrivano i rimbrotti dei vescovi sulle unioni gay. Questa volta sono i vescovi del Connecticut a fare la voce grossa contro la decisione della Corte Suprema dello Stato di ammettere i matrimoni omosessuali. Secondo i prelati si tratta di un esempio “deplorevole di attivismo giudiziario” e si tratta di una palese forzatura che contrasta con il diritto, ma anche con il sentire comune. In una nota hanno dichiarato che

“la Corte ha deciso di ignorare il giudizio dei rappresentanti eletti, la volontà popolare e tradizioni sociali e religiose plurimillenarie, imponendo un esperimento sociale sulla pelle del popolo del nostro Stato. La Corte Suprema sembra avere dimenticato che i tribunali sono chiamati ad interpretare le leggi, mentre spetta al legislatore farle. La sentenza crea un inevitabile conflitto tra le persone di fede, la legge naturale e l’autorità dello Stato”.

Amen, aggiungiamo noi.

Via | Radio Vaticana

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: