Mary Cheney e compagna a cena alla Casa Bianca

Diverse testate americane nella loro edizione di ieri, visto il crescente interesse per le questioni riguardanti le coppie omosessuali tenuto alto dal dibattito sulla Proposition 8, non hanno saputo esimersi dal pubblicare un curioso gossip: Mary Cheney, figlia lesbica dichiarata del vicepresidente uscente degli Stati Uniti di cui avevamo già parlato in merito alla sua gravidanza, era insieme alla sua compagna convivente Heather Poe, nella lista ufficiale della cena che si è tenuta alla Casa Bianca in occasione della visita del presidente Berlusconi.

L'inserimento delle due ragazze, che hanno cenato alla presenza dell'intera famiglia Cheney, nella lista ufficiale degli invitati, quindi una sorta di riconoscimento ufficiale della loro unione, è salutata positivamente da molti attivisti gay, nonostante venga immediatamente da chiedersi sotto quale voce la Poe sia stata inserita nella lista degli invitati. Presto detto: se le decine di invitati eterosessuali avevano al seguito persone che la lista definiva come "coniuge", a fianco al nome di Heather Poe era stato segnato un "guest", ospite di Mary Cheney.

Un lampante esempio di come la discriminazione sulla base dell'orientamento sessuale non risparmi nessuno con la sua assoluta trasversalità e che richiama l'attenzione sull'urgenza della necessità di dare un riconoscimento giuridico alle coppie dello stesso sesso.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: