DiDoRe: vari punti di vista

Una coppia gaySui DiDoRe ognuno dice la propria. Il ministro dell'interno Maroni, per esempio, sostiene di non essere d'accordo con la proposta di Rotondi e Brunetta. Per Maroni è importante dare piena attuazione all'art. 29 della Costituzione, quello che riconosce, appunto, la famiglia fondata sul matrimonio.

Anche Paola Concia non è d'accordo con questo disegno di legge. Sul suo blog leggiamo:

“…ho deciso di non firmare per ora perché credo che questa normativa vada migliorata sensibilmente... Io vorrei che si arrivasse ad una proposta davvero efficace e bipartisan ed è per questo che io, Benedetto Dalla Vedova, Alessandra Mussolini e Roberto Giachetti abbiamo mandato una lettera a tutti i deputati perché si avvii un confronto davvero bipartisan su questo tema cominciando da una riunione convocata alla Camera per martedì prossimo”

Dello stesso avviso è l'Arcigay. Aurelio Mancuso in un comunicato stampa afferma che questa proposta di legge è inconsistente e condita da alcune gravi affermazioni.

Di diversa opinione è Imma Battaglia, per la quale

“I DiDoRe di Brunetta e Rotondi sono un passo nella direzione giusta. Anche se possiamo considerarli il minimo auspicabile, non ci devono essere chiusure pregiudiziali”.

Nel mentre, Barbara Berlusconi si dice favorevole alle unioni gay. Che penserà papà?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: