Da oggi le coppie gay possono sposarsi nello stato del Maryland

Wedding cake toppers gay, sposini sulla torta nuziale gay

Per diverse coppie gay del Maryland il brindisi di mezzanotte per festeggiare l’arrivo di questo nuovo anno è all’insegna del matrimonio: infatti da oggi, 1 gennaio 2013, in quello stato americano è in vigore la legge sul matrimonio egualitario.

Il 6 novembre scorso, come abbiamo ripetuto più volte, le nozze gay sono state approvate per via referendaria nel Maryland (come anche nel Maine e nello stato di Washington): il 52,4% degli elettori ha detto sì all’uguaglianza matrimoniale. Nel periodo precedente il referendum, Brad Pitt aveva donato centomila dollari (circa settantacinquemila euro) per aiutare Human Rights Campaign nella raccolta fondi per sostenere le nozze gay. Anche il sindaco di New York, Michael Bloomberg, che nel Maryland aveva studiato, aveva fatto una donazione pari a duecentocinquantamila dollari (poco meno di centonovantamila euro) a favore della campagna pro nozze gay nello stato.

Wedding cake toppers gay, sposini sulla torta nuziale gay

La legge per le nozze gay era stata approvata dall’Assemblea Generale a febbraio 2012 e il 1 marzo 2012 il governatore dello Stato, Martin O’Malley, l’aveva firmata. Tuttavia gli oppositori all’uguaglianza matrimoniale avevano raccolto sufficienti firme per indire un referendum. Le cose sono andate avanti per tutto il 2012 e ora il 2013 inizia con un bel momento di parità di diritti per tutti.

A Baltimora, la città più grande del Maryland, il sindaco Stephanie Rawlings-Blake celebrerà nozze tra persone dello stesso sesso in Municipio.

Ricordiamo che un paio di giorni fa, il 29 dicembre, anche nel Maine si sono potute celebrare le prime nozze gay dello stato, mentre nello stato di Washington le prime unioni sponsali tra persone dello stesso sesso si sono avute il 9 dicembre.

Ad maiora!

Foto | Getty

  • shares
  • Mail