Niccolò Ghedini: sì al riconoscimento delle unioni gay ma solo in ambito privato

Niccolò Ghedini

Niccolò Ghedini, deputato del PdL e uno dei legali di Berlusconi, è stato intervistato da Klaus Davi. Ora, Davi è odiato/amato però ha pure il merito di fare domande che altri non farebbero mai (che poi possano essere domande faziose, pilotate e via dicendo e un altro discorso). Ghedini, quindi, dopo aver affermato di essere laico (perché lo stato deve essere laico) ma con formazione cattolica come tutti gli italiani (ecco, appunto, la laicità dell'Italia) parla del riconoscimento delle unioni gay:

“Se c'è la possibilità di trovare una normativa che, salvaguardando i diritti costituzionali che prevedono la famiglia costituzionalmente garantita, permetta delle pattuizione di natura privatistica per regolamentare la vita privata dei singoli, che ben venga dal momento che può aiutare la vita dei singoli. Ognuno ha diritto di estrinsecare la propria sessualità come meglio crede, l'importante è che non ci siano discriminazioni”.

Ecco il punto: in privato ognuno può far quel che vuole. Grazie della concessione! Dopo il salto il video.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: