TIMM, nasce la prima tv gay tedesca

Parte, a breve, la prima televisione gay teutonica. TIMM, il cui debutto sarà il 1 novembre via cavo e via satellite, esordisce chiarendo il suo obiettivo, i 3,65 m di gay che vivono in Germania. Il direttore ha spiegato chiaramente che a loro basta il bacino del target maschile, le lesbiche aspetteranno, anche perché non fanno fare tanti soldi (questa è una mia considerazione).

Jochen Hick, direttore della nuova rete, ha spiegato che il mondo gay "gode attualmente di un'immagine molto apprezzata dai pubblicitari" ed ha aggiunto che il denaro messo a disposizione dagli investitori consente di coprire i costi di esercizio dei primi due anni di produzione. Prospettiva succulenta.

"Non vogliamo solo problematizzare il fenomeno gay", ha spiegato il manager, "poiche' intendiamo anche divertire". Quindi largo alle sit-com più quotate, da "Queer as Folk" a "Noah's Arc" fino a "Absolutely Fabulous". Ma non mancheranno film a tematica gay, programmi di moda per soli uomini, reportage come "Gay Muslims" e trasmissioni documentarie sulla storia dell'omosessualita'. Ci auguriamo che questa tendenza arrivi anche negli sciagurati lidi italiani dell'informazione culturale. Per il pubblico italiano tanto sensibile ai contenuti televisivi, stordito dal mainstream tradizional-mediterraneo. Magari ci togliamo di mezzo tutte le brillanti trasmissioni della De Filippi e della Clerici su famiglia, bambini e soliti cliché nazional-popolari.

foto: https://www.flickr.com/photos/dani3l3/

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: