Delitto di Perugia: Amanda Knox rivela che al liceo era considerata lesbica

Amanda KnoxDel delitto di Perugia o di Meredith Kercher ne abbiamo sentito parlare in tutte le salse. E il tutto è ancora vivo nella memoria (un paio di giorni fa, passando dinanzi alla villetta dove è stata uccisa Meredith ho visto alcuni ragazzi che fotografano con il cellulare...). In questi giorni, poi, c'è il processo e, come sempre, i mass media fanno a gara a scoprire dettagli particolari. Uno di questi dettagli lo troviamo sul Times Online. Il giornale, infatti, riporta una parte del racconto di Amanda Knox che dice che mentre avveniva l'omicidio lei stava a casa di Sollecito e parlavano della propria infanzia.

Raffaele Sollecito raccontava degli sfottò che doveva subire a scuola perché era un appassionato di Sailor Moon, il cartone giapponese destinato alle ragazze. E Amanda, per consolarlo, gli ha raccontato come al liceo – a Seattle – risultasse antipatica ai più perché la gente pensava che fosse lesbica.

Ecco, ci mancava solo il contorno “gay” (quindi “morboso”...!) per completare il tutto.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: