Da Cagliari il papa attacca le coppie di fatto

Papa Benedetto XVI a CagliariBenedetto XVI si è recato oggi in visita pastorale a Cagliari e ha approfittato dell'occasione per attaccare le coppie di fatto. Era da un po' che non lo faceva: si vede che durante l'estate ha rimesso in ordine le idee (sempre le stesse, comunque...!)

Parlando ai giovani, Ratzinger ha detto:

La famiglia, intesa come matrimonio tra uomo e donna, può essere una sola: ma oggi non è più così. Sono ammesse altre forme di convivenza: a volte viene usato il termine famiglia per unioni che, in realtà, famiglia non sono. Riappropriatevi, cari giovani, del valore della famiglia; amatela non solo per tradizione, ma per una scelta matura e consapevole.

Sempre in occasione del viaggio a Cagliari c'è da notare un'altra cosa. Silvio Berlusconi ha rilasciato un'intervista a L'Unione Sarda in occasione della visita del papa e tra le altre cose ha detto:

La libertà di pensiero e di opinione è un principio liberale che ho sempre considerato intangibile e per il quale mi sono sempre battuto e mi batterò. Quelli che volevano la Chiesa del silenzio e che ancora gradirebbero che i sacerdoti e i vescovi fossero confinati dentro le Chiese, si sono sempre ispirati a principi opposti ai nostri, alle teorie marxiste-leniniste, in parole semplici al comunismo. Nessun esponente del nostro schieramento politico si è mai sognato di mettere in discussione la libertà di espressione sui fatti politici da parte dei rappresentanti della Chiesa.

E poi ci lamentiamo dell'ingerenza della chiesa cattolica nella vita politica italiana? È lo stesso premier che la autorizza. O, per dirla in altre parole, ecco un chiaro esempio di politica succube.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: