Colombia, aumentano gli omicidi anti-gay

Nonostante qualche progresso legislativo non smette di essere difficile vivere da gay, lesbica o trans in Colombia. Si ripetono aggressioni, violenze e attacchi anti-gay, ma soprattutto sono in aumento gli omicidi. Lo sostiene il rapporto dell'ong Colombia Diversa, secondo cui le aggressioni culminate in assassinio sono passate da 60 casi del 2006 a 67 nel 2007.

In generale le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali hanno un'alta probabilità di essere vittime di violenza per intolleranza o subire la negazione e violazione dei diritti fondamentali, ma soprattutto, le aggressioni aumentano quanto più aumenta la visibilità e quanto meno l'orientamento sessuale viene nascosto. Così i più a rischio di tutti sono i travestiti che esercitano la prostituzione. Sebbene l'omofobia sia presente in tutto il paese, pare che il 43% degli omicidi si concentri nella Valle del Cauca.

Foto | Alejandro Marin

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: