Un morto a Roma, nuovo 'omocidio'?

Non bastano le scritte omofobe davanti alla gelateria di via di San Giovanni in Laterano. L'estate romana fa un altro regalo agli omosessuali della Città Eterna, che detiene un triste primato di morti violente di omosessuali, i cosiddetti 'omocidi'.

Nel quartiere Aurelio è stato trovato infatti in serata il cadavere di un uomo di 59 anni, un architetto ed editore, riverso in una pozza di sangue e morto forse a causa di un colpo alla testa, che presenta una ferita profonda. A rinvenire il corpo è stata la badante dell'uomo, che viveva solo. Sono ora al lavoro le forze dell'ordine.

Via | corriere.it

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: