"100% furioso": il nuovo spettacolo queer di Ricci/Forte

Debutta il 20 agosto e sarà in scena fino al 23, con due repliche a sera, "100% furioso", il nuovo spettacolo del duo Ricci/Forte, ospitato nella splendida cornice del Palazzo Ducale di Andria, in Puglia, nell'ambito della XII edizione del Festival Internazionale Castel dei Mondi, con la direzione artistica di Riccardo Carbutti. E, parafrasando il titolo, "100% queerness" è la cifra che caratterizza tutta la produzione teatrale del duo di drammaturghi, che si cimentano stavolta col tema della follia amorosa.

E' l'Orlando Furioso di Ludovico Ariosto il punto di partenza delle storie che di dipanano nella forma dello spettacolo itinerante, affrescando "una raccolta di fiabe del desiderio per noialtri diseredati d’amore del XXI secolo". Abbiamo chiesto a Stefano Ricci e Gianni Forte, che definiscono il loro un "sodalizio western", le ragioni di questo nuovo lavoro. Dopo il salto, inoltre, trovate i nomi di tutti gli attori dello spettacolo.

Interrogare il tema della follia d'amore è un'operazione attuale?
Perdere la testa per i tentennamenti di Angelica non rende Orlando un caso originale. Il giorno in cui non bruceremo più d’amore, molti altri moriranno di freddo. Milioni di gesti inconsulti e fiumi di lacrime sono stati spesi intorno a un tradimento amoroso. La nostra sfida è quella di approfondire il senso di abbandono e il seme ossessivo che da questo viene generato. Racconteremo di noi, di una XXI Generation che prende a morsi il cuore per colmare una voragine che si allarga a vista d’occhio. Una vertigine che ci impedisce di trovare il nostro funambolo ideale, lasciandoci dondolare sul trapezio degli incontri multipli senza rete, senza senso, che ci accompagnano lungo il giorno. Come può tutto questo non originare furia, stordimento?! Il download è iniziato: qual è la percentuale di bugie, carezze, promesse che dobbiamo ingurgitare per illuderci di essere “in due”?

Che cos'è "100% furioso" e come nasce?
"100% furioso", una mappa dell’alienazione affettiva del mondo contemporaneo, una raccolta di fiabe del desiderio per noialtri diseredati d’amore del XXI secolo. "100% furioso", perché solo con un concentrato d’ira è possibile fronteggiare una vita che disattende, un luna-park di casualità, simulazioni ed errori. "100% furioso", una parabola magica sulle nevrosi sentimentali della cultura occidentale in bilico tra contraddizioni e legami con la tecnologia dell’anima. "100% furioso", un luogo dove perdersi, dove poter ritrovarsi sfiorandosi il cuore. "100% furioso", ovvero le donne, i cavallier, l’arme, gli amori: tutti uniti mano nella mano, in un incantamento famelico che travalica l’identità, per un ultimo giro panoramico sull’imperscrutabile Ruota dell’Oggi.
Il progetto nasce dalla scoperta di un cortocircuito tra il capolavoro di Ariosto e la metodologia drammaturgica intorno alla quale stiamo lavorando da qualche anno. Frammenti, non racconti, squarci passionali che vanno a tratteggiare un universo “altro”. L’indagine sull’abbandono e sull’ossessione, scaturiti entrambi dalla passione amorosa, tratteggiano un perimetro di disagio e confusione sessuale - famosi i travalicamenti di identità nell’Orlando Furioso, che portano diversi personaggi a desiderare rappresentanti dello stesso sesso – una corrida dei rapporti interpersonali che apre invitanti bagliori interpretativi.

Novità, differenze, cesure, continuità rispetto a "Troia's discount", lo spettacolo che avete portato in scena in primavera a Roma e a Napoli, e in generale al vostro percorso di ricerca?
Circa quattrocento domande di partecipazione sono arrivate dopo aver lanciato on-line il bando sul prossimo laboratorio. Il cospicuo numero di candidati ci ha costretti ad operare una prima selezione basandosi esclusivamente sui curricula. Gli interpreti, con eterogenee formazioni (accademica o di ricerca) provengono da scuole prestigiose come Il Piccolo di Milano, lo Stabile di Torino, l’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma, lo stabile di Genova o si distinguono per aver frequentato corsi con maestri della scena contemporanea europea. Del resto, alcune sorprese anche per quanto riguarda la nazionalità dei candidati: ci sono attori dal Cile, dal Brasile, dalla Cina e dalla Germania.
L’internazionalità del gruppo, consona alla nostra metodologia espressiva fa ben sperare. Le audizioni svolte hanno formato un gruppo dei 30 giovani attori che scenderà ad Andria per la prima settimana di workshop. Dopo sette giorni, l’ultima scrematura porterà alla costituzione finale del cast che debutterà con "100% furioso" ad agosto, al Festival Internazionale di Castel dei Mondi.
Differenze sostanziali a ogni nuova partenza, sia nell’approccio per la materia trattata, sia per un team di lavoro completamente sconosciuto col quale si andrà ad affrontare il viaggio. Il collante che, idealmente, potrebbe accomunare i nostri passi è la curiosità e un senso di sconcerto – come persone e come artisti – che ci lega rispetto al tempo presente sempre più fosco.

Info:
100% FURIOSO (PRIMA TRACCIA)
dal 21 al 24 Agosto h 21.00 (replica h 23.00), Palazzo Ducale, Andria

Drammaturgia: Ricci/Forte
Regia: Stefano Ricci

Donne
Anna Gualdo, Barbara Manzato, Elisa Menchicchi, Liyu Jin, Paola Aaterina D'Arienzo, Silvia Quarantini, Valentina Bartolo, Valentina Beotti, Velia Esposito, Virginia Gherardini

Cavalieri
Davide Porro, Francesco Maria Rovere, Giovanni Di Lonardo, Luca Mori,
Mario Toccafondi, Nicolò Todeschini

Movimenti scenici: Marco Angelilli
Disegno luci: Michelangelo Campanale
Video: Enrico Zaccheo
Assistente regia: Fausto Cabra
Progetto grafico: Chris Von Steiner
Ufficio stampa: Antonella Mucciaccio

  • shares
  • Mail