Aids, ancora troppi nuovi contagi nel mondo

Segnali di miglioramento nella notta globale all'Aids, specialmente in alcuni paesi, ma l'epidemia è tutt'altro che sconfitta. È questo il primo segnale che arriva da Città del Messico, dove si è aperta la XVII Conferenza internazionale sull'Aids (Aids 2008).

Se da un lato alcuni stati hanno avviato nuove politiche di prevenzione e di informazioni, per contrastare la diffusione del virus Hiv, ciononostante le nuove infezioni sono sempre troppo numerose (2,7 milioni di nuovi sieropositivi in tutto il mondo nel 2007) e in molti paesi alcune categorie a rischio, come operatori del sesso e uomini che fanno sesso con uomini, subiscono forti discriminazioni che favoriscono la diffusione del contagio.

Quindi non solo farmaci - che pure sono fondamentali nella lotta alla sindrome e devono essere disponibili in tutto il mondo - ma soprattutto prevenzione e lotta alla discriminazione. Mentre la scienza studia le conseguenze delle terapie a lungo termine e rimane alla ricerca di un vaccino che è ancora lontano.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: