Omofobia, Paola Concia contro Mara Carfagna

Nessun riferimento all'omofobia nel disegno di legge contro la violenza sulle donne. È questo il progetto del governo, che vuole stralciare dalle norme anti-stalking la parte riferita alla lotta all'omofobia. Lo ha messo in chiaro la ministra delle Pari opportunità Mara Carfagna (che vergogna, di fronte all'Europa e al mondo un ministro così), spiegando che

"l'omofobia è solo un reato di pensiero"

e dunque non può essere discusso insieme allo stalking.
A queste affermazioni gravissime ha replicato la deputata del Pd Paola Concia, unica parlamentare apertamente lgbt eletta in questa legislatura. "Di omofobia si muore e i casi di violenza omofobica sono in costante aumento, come dimostrano le cronache. È una emergenza sociale di cui è vittima il 10% della popolazione italiana e quindi è assolutamente necessaria una legge".

Non sarà comunque la legge sulla violenza contro le donne, visto che Pdl e Lega hanno deciso di dare via libera al testo del governo. Di omofobia si riparlerà, pare, alla ripresa di settembre. Ma chi sa che cosa ne verrà fuori.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: