Quattro ragazzi fanno causa a psicologi che vogliono curare le tendenze omosessuali

Bienne queer gay

In America sono ancora frequenti alcune terapie definite "di riconversione sessuale".

Un caso, in particolare, sta facendo molto discutere. Si tratta di una denuncia fatta da quattro ragazzi del New Jersey, vittime di questi metodi per riscoprire la propria natura eterosessuale.

I giovani parlano di metodi "crudeli, fraudolenti, dannosi e possono indurre tendenze suicide" con addirittura "week-end di ritiri spirituali" che costerebbero pure molto a livello economico. E il loro racconto è davvero inquietante:

Ci hanno costretto a pratiche umilianti come stare nudi di fronte ai terapisti con il pene in mano, colpire le immagini delle nostre madri giudicate colpevoli della nostra omosessualità, persino bere il succo di due arance “visualizzate” come testicoli.

A essere sotto accusa è la "Jews Offering New Alternative for Healing" con due ebrei ortodossi a capo dell'organizzazione. Nessuno di loro è psicologo.

  • shares
  • Mail