Pablo Daniel Osvaldo a favore dei calciatori gay in squadra

Pablo Daniel Osvaldo

Pablo Daniel Osvaldo ha rilasciato un'intervista a GQ in cui ha parlato del suo ruolo di attaccante, di come non sia spesso semplice essere un giocatore e del rapporto non semplice con i tifosi:

Cerco di essere sempre me stesso, nel mondo in cui lavoro è difficile. Viviamo in un'anormalità oggettiva. Io perdo una palla e tu mi vomiti addosso il tuo odio? Non è normale. E quindi se il tifoso sbaglia al lavoro posso andare a picchiarlo, gettargli una banana o dirgli che sua madre e' una poco di buono? Bella logica.

Infine, ecco prendere una posizione netta sui compagni di calcio omosessuali:

La nostra società non è lAlabama del '50 ma sul tema siamo indietro. Un compagno gay in squadra? Non mi cambierebbe proprio niente. Sono persone libere, prima che calciatori.

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: