Eugenio di Savoia Carignano, principe e condottiero

Eugenio di Savoia Carignano

Napoleone lo considerava uno dei più grandi generali che avessero mai guerreggiato in Europa. La sua abilità come condottiero fu comprovata da vittorie schiaccianti sui campi di battaglia di tutto il continente, mentre la sua fama come stratega militare non conosceva confini ed il suo nome suggeriva rispetto, riverenza e timore ovunque andasse.

Eugenio, principe di Savoia-Carignano (1663-1736) crebbe alle corte francese di Luigi XIV dove fu amico d’infanzia del celebre duca d’Orleans (di cui abbiamo già scritto in passato)

Fu forse per questo che la principessa palatina (che certo non lo amava) parlò sempre di un’adolescenza scandalosa, mentre alcune voci malevoli vogliono che il re sole rifiutasse i suoi servigi di stratega proprio a causa di queste intemperanze sessuali di gioventù. In ogni caso l’omosessualità del principe era nota ai più e molte sono le canzoni che i soldati intonavano giocando sui gusti sessuali del loro generale.

Una strofa racconta come il marchese de la Moussaye, suo intimo amico, durante una tempesta che infuriava sul Renoconsolasse il gran condottiero dicendogli con sottile ironia: “Siamo al sicuro. Noi sodomiti siamo destinati a perire solo nel fuoco!”

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: