Lord Beauchamp e "Ritorno a Brideshead"

Lord Beauchamp

Beauchamp ispirò la figura di Lord Marchmain a Evelyn Waugh per il suo celeberrimo Ritorno a Brideshead (da cui hanno tratto anche uno sceneggiato negli anni ’80 con Jeremy Irons ed un film nel 2008 con Emma Thompson).

Uomo politico di primissimo piano in un’Inghilterra fiera del proprio impero che si estendeva fino agli angoli più remoti della terra, William Lygon, settimo visconte di Beauchamp (1872-1938) ebbe una carriera brillantissima che culminò con il governatorato del nuovo Galles del sud nella lontanissima Australia.

A Sidney l’uomo tuttavia non riscosse grosse simpatie, così una volta rientrato in patria entrò tra le fila del partito Liberale che aiutò anche economicamente attingendo al proprio patrimonio personale. Padre di sette bambini, vide ahimè la sua carriera pubblica stroncata dalla propria omosessualità (si dice avesse una particolare predilezione per i propri camerieri).

In verità non ci fu nessuno scandalo pubblico, ma solo la decisione di ritirarsi a vita privata. Artefice della caduta del potente lord, il cognato che militava tra i Conservatori. L’uomo rivelò infatti al re ed alla regina il segreto di Beauchamp, segnandone irrimediabilmente la fine.

  • shares
  • Mail