Aids: nuove terapie solo per chi ha i soldi?

Arriverà il giorno in cui l'aids sarà definitivamente sconfitto dalla medicina? Molto tempo è passato dai primi anni Ottanta, quando il virus dell'hiv ha inziato a diffondersi: molto tempo non solo in senso strettamente cronologico, ma in termini culturali e sociali, nel senso di percezione del rischio e delle modalità del contagio.

Gli esperti sono fiduciosi: "una svolta epocale", secondo Repubblica.it, si annuncia, con l'introduzione nel giro di pochi anni di un vaccino. Questo il commento di Claudio Rugarli, docente di Medicina Interna, ex pro-rettore dell'università Vita Salute San Raffaele e Silvio Garattini, direttore dell'Istituto Mario Negri:

Si tratta di un vaccino particolarmente difficile da realizzare, ma prima o poi sono convinto che ci arriveremo. Oggi intanto grazie ai nuovi farmaci antivirali i pazienti riescono a vivere senza troppi disagi. Anche se resta un punto fondamentale da risolvere. Questi progressi della medicina spesso sono molto costosi. La domanda che dovremo porci è: chi potrà avere accesso alle nuove terapie? Ci saranno risorse sufficienti affinché tutti si possano curare?.

Via | repubblica.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: