Cresce il numero di persone transessuali uccise nell'ultimo anno

Cresce il numero di persone transessuali uccise nell'ultimo anno

La celebrazione del Giorno della memoria Transgender (Transgender Day of Remembrance o TDoR ) è sempre più di attualità. La giornata – che si celebra il 20 novembre di ogni anno – vuole ricordare e commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio trasfobico.

I dati delle uccisioni di persone transessuali sono spaventosi: dal 2008 a oggi sono oltre mille le persone transessuali uccise. Il Trans Murder Monitoring Project ha messo in evidenza i dati: dal 2008 a oggi sono in continua crescita.

Cresce il numero di persone transessuali uccise nell'ultimo anno

I dati dell’ultimo anno riferiti a tutto il mondo sono allarmanti: nel 2012, infatti, le persone transessuali uccise sono 265. E l’anno non è ancora finito. Si è assistito a una crescita del fenomeno: si va delle 162 del 2009, alle 179 del 2010, quindi 221 nel 2011 e 265 nel 2012. Il maggio numero di assassini con vittime transessuali è avvenuto in Brasile, che nel corso di quest’anno ha visto 126 omicidi vincolati all’odio transfobico.

La triste classifica dei paesi con più uccisioni di persone transessuali dal 15 novembre 2011 al 14 novembre 2012 è la seguente:


  1. Brasile

  2. Messico

  3. USA

  4. Venezuela

  5. Honduras

  6. Colombia, India e Uruguay

  7. Guatemala, Pakistan e Turchia

  8. Filippine

E parliamo di cifre documentate a cui vanno aggiunte tutte le vittime senza nome.

C’è bisogno di far conoscere questi dati perché spesso, troppo spesso, delle persone transessuali si parla solo in caso di scandali (si veda il caso Marrazzo) e ci si dimentica che stiamo parlando di persone che vivono sulla propria pelle una discriminazione tremenda.

Foto | Getty

  • shares
  • Mail