Firenze, Free Kissing Flash Mob contro l'omofobia

FlashMob_Firenze_contro_omofobia

Pochi giorni fa vi abbiamo dato la notizia dell'aggressione avvenuta a Firenze. Una violenza di stampo omofobo di cui è stata vittima una coppia, "colpevole" di tenersi per mano e di essersi scambiata un bacio

E per protestare pacificamente contro questo atto inaudito, arriva la notizia di un Free Kissing Flash Mob contro l'omofobia. A darne l'annuncio il gruppo Facebook omonimo. Dopo il salto vi riportiamo il testo dell'iniziativa

    Di recente una coppia ragazzi è stata vittima di una serie di offese e di un pestaggio proprio nel cuore del centro storico di Firenze, in Piazza Repubblica.

    Per le forza dell'ordine a cui è stata fatta la denuncia, tutto è accaduto per furto, ignorando completamente la matrice omofobica che, considerate le offese ricevute dalla coppia, stava alla base.

    Tanti affermano che Firenze è un luogo sicuro...ma le cose stanno realmente così?
    E comunque, che siano tanti o solo un gruppo gli omofobi nella nostra città, tante persone (di affettività sia omo che eterosessuale) sentono il bisogno di manifestare il loro forte dissenso per questo evento, anche per solidarietà ai due (che, sottolineo, ancora sono in prognosi: naso fratturato Giulio, oltre a vari ematomi e Zigomo rotto per Simone, secondo il Corriere Fiorentino).

    PER QUESTO
    Vogliamo rispondere con un grande Free Kissing:
    COPPIE e NON che abbiamo voglia di baciarsi, semplicemente.
    L'amore in risposta alla violenza. Non per forza bisogna baciarsi, l'importante e testimoniare la normalità del nostro amore. Chi è solo può testimoniare come meglio crede, evidenziando le coppie che si baciano indicandole, con gesti, parlando, spiegando, ecc.....

    Alle 16.30
    ci troviamo alla fermata Alamanni-Stazione della Tramvia, per portare il nostro Free Kissing fuori da centro. Un andata-e-ritorno per poi andare...

    ...alle 18.00
    a Piazza della Repubblica, dove è avvenuto il pestaggio.

    Durante l'evento qualcuno racconterà perché lo facciamo e cosa è successo. Cercheremo di parlare con chi farà le facce strane, sia con chi si allontanerà, sia con quelli che ci mostreranno affetto.

    L'OMOFOBIA VUOLE CHE IL NOSTRO AMORE RIMANGA NEI GHETTI, NEI LOCALI, NELLE CASE DEI FROCI.
    NOI PENSIAMO CHE SIA L'ORA DI USCIRE, PERCHE' NON CI VERGOGNIAMO E NON ABBIAMO PAURA DI FARCI VEDERE ALLA LUCE DEL SOLE!

  • shares
  • Mail