Platini: sospendere le partite anche per omofobia

Il calcio europeo prende posizione contro l'omofobia e si impegna a combattere il razzismo, anche nella sua versione anti-gay. Parola del presidente dell'Uefa Michel Platini - indimenticato numero 10 della Juventus - che si è impegnato a promuovere valori positivi nel mondo del pallone e contrastare le espressioni di violenza e discriminazione, a cominciare dai cori degli stadi.

La punizione potrà arrivare fino alla sospensione della partita, proprio per dimostrare la volontà di lanciare un segnale forte:

"Ci opponiamo a qualunque espressione di razzismo o di omofobia, per cui sono favorevole a una soluzione radicale. Il calcio deve difendere alcuni valori. Più che togliere punti alla fine dell'anno, che è qualcosa di complicato, sono per la sospensione delle partite".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: