La Repubblica dei gay

La �Repubblica� dei gay

Quando un paio di mesi fa il Corriere della Sera mise online il suo archivio dal 1992 ad oggi, esaminai la presenza gay nel giornale. Ora ho visto che anche La Repubblica permette di curiosare nei suoi archivi, a partire dal 1984. E così cercato un po' di terminologia gay nel giornale. Di seguito i risultati, dal 1984 al 2007, organizzati per voce e sistemati in ordine alfabetico.


  • coming out: 148 occorrenze. Da valutare insieme ad outing, di cui si inizia a parlare nel 1991 (2 occorrenze) e fino al 2007 se ne parla 367 volte. Sperando che non si facciano confusioni tra i termini…
  • gay pride: dobbiamo attender il 1994 perché il gay pride compaia su Repubblica con 3 occorrenze. Ovviamente l’acme è il 2000 per il World Gay Pride con 341 citazioni. In totale le occorrenze sono 1347.
  • gay: con 11579 occorrenze è il termine più usato. Si era iniziato nel 1984 con solo 43 occorrenze per avere un avanzamento sostanzioso a partire dal 2000: 903 occorrenze nell’anno del World Gay Pride. Il tetto massimo è stato nel 2007 con 1558 occorrenze.
  • lesbica: 835 occorrenze. Si era iniziato nel 1984 con 9 misere occorrenze. Il picco è stato nel 2006 con 116 occorrenze. Al plurale abbiamo 1303 occorrenze. Anche qui gli inizi (1984) sono stati scarsi (6 occorrenze) e si è assistito ad un andirivieni fino a 151 occorrenze del 2006. Il totale di lesbica e lesbiche è di 2138 occorrenze.
  • omofobia: dal 1985 si accorgono dell’omofobia in redazione, anche se pochissime volte (1985:1; 1986:1; 1987: 1; 1990: 2; 1991: 2). La soglia delle decine viene superata nel 2001 con 12 occorrenze e le centinaia solo lo scorso anno con 202 occorrenze. Il totale è di 416 occorrenze.
  • omosessuale: 4489 occorrenze, con la punta massima nel 2007 con 440 occorrenze. Al plurale sono 5782 occorrenze. La Repubblica, pertanto, ci vede più come gruppo che come singoli. E prova ne è che il 2000 vede un exploit del termine: 424 occorrenze, contro le 158 dell’anno precedente e le 239 del seguente). Il totale di singolare e plurale da 10271 occorrenze.
  • omosessualità: 3282 occorrenze, ben corpose fin dal 1984 (32 occorrenze che salgono a 70 nel 1985). Il massimo lo si raggiunge nel 2007 con 391 occorrenze.
  • queer: il termine queer compare per la prima volta nel 1992, con 7 occorrenze, ed ha il suo massimo splendore nel 2006 con 57 occorrenze. Il totale delle occorrenze è di 419.
  • transessuale: 852 occorrenze, con il massimo nel 2007 (109 occorrenze), forse per le ben note vicende di Sircana. Al plurale le occorrenze sono 927, con picchi nel 2007 (117 occorrenze), preceduti da 114 occorrenze nel 2006 e 102 nel 2005. Il totale è di 1779 occorrenze.

Quando un termine entra nel giornale poi lo si usa, ove più, ove meno (per esempio queer). Come per il Corriere della Sera anche per Repubblica è da valutare ogni singolo articolo, ma intanto una cosa è certa: la carta stampata parla di noi. E questo contribuisce a far circolare delle idee. Sperando che siano positive.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: