Néstor Almendros, da Kramer contro Kramer a Mauvaise conduite

Néstor Almendros

Per chi ama il cinema, il nome di Néstor Almendros, celeberrimo direttore della fotografia, evoca immediatamente pellicole che sono entrate nell’immaginario collettivo come Kramer contro Kramer, L’ultimo metro o La scelta di Sophie.

Nato a Barcellona nel 1930, Nestor Almandros lasciò la sua città natale ancora giovanissimo per seguire il padre (anti-franchista) a Cuba, ma fu a Roma in realtà che la sua passione per il cinema esplose “irrimediabilmente”.

Qui, nella città eterna, seguì infatti importanti corsi di cinematografia, entrando in stretto contatto con il mondo artistico e bohemien della capitale italiana. Iniziarono così le sue collaborazioni con registi del calibro di Rohmer, Truffaut e Robert Benton; collaborazioni che gli fruttarono nel corso degli anni Oscar e Cesar.

Omosessuale non dichiarato, Nestor Almendros realizzò tuttavia un importantissimo film-documentario (Mauvaise conduite) sulla persecuzione degli omosessuali a Cuba. L'artista, deceduto per Aids nel 1992, non parlò però mai pubblicamente della propria omosessualità.

  • shares
  • Mail