Benvenuto Cellini e le tante accuse di sodomia

Benvenuto Cellini

Conosciamo tutti l’arte sopraffina di Benvenuto Cellini. Un’arte contesa da Papi ed illustri principi In Italia come in Francia.

Ma questa volta non è l’artista che risveglia il nostro interesse o curiosità, bensì l’uomo. Le cronache dell’epoca ce lo descrivono come un soldato di grande coraggio (fu lui probabilmente a colpire il principe d’Orange durante l’assedio di Roma), collerico e dalle mille risorse, tuttavia le carte dei tribunali ci parlano d’altro: di sodomia.

Questa l’accusa che gli fu infatti mossa dall’aiutante Fernando di Giovanni di Montepulciano (che dichiarò di essere stato ripetutamente sodomizzato dal Maestro), dal giovanissimo Domenico ed infine anche da due donne. La prima parlò in nome del figlio, la seconda, una modella francese, accusò Cellini di avere usato proprio su di lei pratiche non ortodosse.

La pena più pesante gli venne conferita tuttavia per la denuncia dell’allievo Fernando. Pena che costrinse i de Medici, gran protettori dell’artista, ad intervenire, commutando i quattro anni di prigione in arresti domiciliari.

  • shares
  • Mail