La presidente del parlamento ugandese difende la sovranità del suo paese di perseguitare l'omosessualità

Rebecca Kadaga, presidente del Parlamento dell'Uganda, con Yoweri Kaguta Museveni, presidente dell'Uganda

Rebecca Kadaga, presidente del Parlamento dell'Uganda (in foto con Yoweri Kaguta Museveni, presidente dell'Uganda), ha dichiarato che il progetto di legge che intende inasprire le pene per gli omosessuali sarà discusso prossimamente. Non solo: Kadaga ha rilasciato questa dichiarazione durante un summit internazionale in Canada e ha accusato il ministro degli esteri canadese, che le faceva notare l'omofobia della misura, di interferire con la sovranità dell'Uganda.

Mi hanno detto che dovevo fermare il dibattito sul progetto di legge contro l'omosessualità, ma io ho risposto loro che non c'è modo di bloccare un'iniziativa proposta da un parlamentare.

Così ha commentato Rebecca Kadaga appena tornata in patria, dove, appena giunta, ha convocato il promotore del disegno di legge, David Bahati (noto anche per i suoi legami con la destra religiosa statunitense) e vari leader religiosi e li ha tranquillizzati sul futuro della discussione parlamentare. Kadaga ha anche rivelato di aver ricevuto i complimenti da parte di diversi colleghi dell'Africa, dell'Asia e del mondo arabo per aver difeso la sovranità ugandese nel voler punire l'omosessualità:

Mi hanno ringraziata perché ho detto quello che loro avrebbero sempre volluto dire ma non avevano mai osato farlo.

Il progetto di legge, nella sua versione iniziale, prevedeva la pena di morte per i gay in alcuni casi, così come la persecuzione di quelle persone o organizzazioni che in qualche modo prestino aiuto alle persone omosessuali. La legislazione precedente – terminata a maggio 2011 – non ha votato la misura, ma circa un anno fa la stessa Rebecca Kadaga annunciava che il progetto di legge sarebbe stato inviato di nuovo in commissione. E non ci sono dubbi che se il progetto di legge arriva alla discussione parlamentare sarà approvato senza alcun ostacolo.

Via | Dos Manzanas
Foto | Getty

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: