Cyrano de Bergerac tra amori gay e veleni

Cyrano de Bergerac

Il nome di Cyrano de Bergerac inevitabilmente ci evoca la figura mossa e romantica che uscì dalla penna di Edmond Rostand sul finire dell’Ottocento; in realtà de Bergerac era un poeta e drammaturgo che godeva di grande fama nella Francia del primo Seicento.

Un talento il suo così squisito da suscitare l’interesse anche di Moliere che, a quanto pare, venne più volte accusato di plagio nei confronti del più inventivo collega. Secondo molti storici e biografi, il poeta era sentimentalmente legato ad un altro famoso artista dell’epoca, il musicista e scrittore Charles Coypeau d'Assoucy.

Una amicizia molto affettuosa che durò ben tredici anni, ma che finì ahimè malamente, dando il là a tutta una serie di rissosi duelli verbali, con l’inchiostro che scorreva velenosissimo ed inarrestabile in tutte le direzioni.

Via | Queerinhistory

  • shares
  • Mail