Antonio D'Amico torna a parlare di Gianni Versace

Gianni Versace e Antonio D'AmicoIl sabato santo degli stilisti: potremo definire così questa giornata. Dopo l'affitto negato a Coveri, dal fronte Versace giunge un'altra notizia: l'inchiesta sull'assassinio di Versace sarebbe stata chiusa troppo presto. Ad affermarlo è Antonio D'Amico, compagno di Gianni Versace.

Nel corso del programma Effetto sabato D'Amico ha presentato il libro sulla sua storia con Versace e ha sostenuto che, secondo lui, l'inchiesta è stata chiusa troppo frettolosamente, trovando, al contempo, “assurdo che la famiglia abbia accettato questa risoluzione” dell'inchiesta.

Come si ricorderà, Gianni Versace venne ucciso il 15 luglio 1997 sugli scalini della propria abitazione di Miami Beach da Andrew Cunanan, un prostituto e presunto serial killer, accusato di aver assassinato alcuni suoi ex clienti, e per questo da tempo ricercato.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail