Herman Melville e l'amore tra uomini

Herman Melville

Herman Melville ebbe una giovinezza errabonda. La sua biografia ci parla di viaggi in terre lontane. Di come, dopo un capovolgimento economico, divenne mozzo su di una nave diretta in Inghilterra. Oggi però, dopo tanto furore e sete d’avventura, il suo nome campeggia a caratteri d’oro nell’olimpo della letteratura americana e Moby-Dick, il suo capolavoro, è unanimemente considerato uno dei più grandi romanzi mai scritti in lingua inglese.

Da anni si parla anche sempre più liberamente dell’omosessualità dello scrittore. Ci basta d’altronde leggere uno dei suoi libri per scorgerne subito traccia. Per vederne chiara ed indelebile l’impronta. Molto è stato anche detto e scritto del suo rapporto con Nathaniel Hawthorne, altro grande della letteratura d’oltreoceano (a cui Moby-Dick, tra l'altro, è dedicato).

Il carteggio tra i due rivela un sentimento intenso, un rapporto esclusivo che va oltre quello tra due scrittori entusiasti. Parole affocate, vibranti, vive che diventano testimoni di un sentimento forte. Di una ammirazione che, missiva dopo missiva si trasforma, cresce ed infine dilaga, rubando inevitabilmente il fiato.

Via | Hawthorneinsalem

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: