Padri gay riconosciuti per la prima volta in Israele

Una buona notizia per i padri gay nel giorno della festa del papà. In Israele il governo ha riconosciuto per la prima volta due uomini gay conviventi come padri, entrambi, del bambino che stanno allevando. Avi Shadiv aveva adottato il figlio quattro anni fa, in Georgia l'ex repubblica sovietica; adesso il suo partner di una vita, Giora Shavit, 50 anni, ha chiesto e ottenuto di essere registrato come secondo padre del bambino.

È la prima volta che avviene una cosa del genere in Israele, ma non è stato così facile. All'inizio il ministero dell'Interno aveva respinto la richiesta del signor Shavit, perché un padre risultava già ed era l'altro. I due, però, si sono rivolti a un tribunale della famiglia (a Tel Aviv, ovviamente) e la corte ha costretto il minstero a riconoscere entrambi i padri.

Un diritto riconosciuto per le coppie conviventi, ma soprattutto per i bambini che vivono con due genitori dello stesso sesso, ma spesso ufficialmente risultano perfetti estranei di uno dei genitori che li alleva e sta loro accanto.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: