Diritti civili in Spagna. Non temi eticamente sensibili.


In Spagna succedono diverse cose. Per esempio un anno fa sono state approvate le leggi sull'Identità Sessuale e sulle Pari Opportunità, che hanno permesso il cambio di sesso all'anagrafe e sulla carta di identità per i maggiorenni senza la necessità di un'operazione chirurgica e senza una decisione della magistratura.

La legge prevede che sia diagnosticato un mutamento sessuale, dopo aver adattato le caratteristiche fisiche del paziente a quelle del sesso a cui vuole arrivare. La stessa legge poi prevede anche che le donne omosessuali sposate abbiano la possibilità di diventare madri a tutti gli effetti dei figli in vitro delle loro compagne senza bisogno di adozione.

La notizia di oggi è che più di mille transessuali hanno cambiato nome e sesso nei documenti d'identità a un anno dalla legge. Il dato proviene dalla Federazione spagnola di Lesbiche, gay, transessuali e bisessuali. E il governo Zapatero che ha approvato questa legge, sembra che tenga. Sembra che trionfi. Altra storia. Noi abbiamo sempre quelle magre speranze di Veltroni e Rutelli.

via: ansa

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: