Grillini candidato sindaco a Roma

Mentre Vladimir Luxuria è stata ricandidata in Sicilia da indipendente per il movimento Glbt, gay, lesbico e transgender, a Roma Franco Grillini si candida a Sindaco.

È dalla sede del Partito Socialista, accanto a Enrico Boselli, Gavino Angius e a Bobo Craxi, che il Nostro si propone come alternativa all’ondata clericale e destrorsa cui i romani assistono da giorni.

"Non è possibile lasciare ai romani la sola possibilità di scelta tra un candidato papista e uno dei clericofascisti. Noi non vogliamo che Roma sia governata dalla destra, la peggiore destra in Italia, ma vogliamo riportare i temi del socialismo e della laicita' a Roma e quindi in Italia". Grillini continua su Rutelli e sul Pd, che a parer suo non si differenzia poi troppo dal programma della Pdl "Rutelli è stato protagonista della spinta anti socialista nel Pd ed e' stato il sindaco che nel 2000 ritirò il patrocinio al World Pride, insieme a Veltroni che si oppose al registro delle unioni civili nella capitale lasciando in questo modo 60 mila coppie romane prive di diritti”.

Grillini si propone insieme al suo partito come ultimo baluardo a difesa e promozione di laicità e diritti civili.
E naturalmente andrebbe a rappresentare una forza socialista laica, libertaria e incazzata, il massimo del "rompicoglioni" possibile. Dice lui.

via | Gaynews

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: