David Testo, calciatore gay dichiarato, non ha più una squadra in cui giocare

2012 Human Rights Campaign GalaDavid Testo, allora calciatore del Montreal Impact, ha fatto coming out lo scorso novembre.

Le sue parole fecero il giro del mondo:

Sono gay: è solo una parte di ciò che sono. E non ha nulla a che fare con il talento di un calciatore. Si può essere sia un ottimo giocatore di calcio che essere gay. Mi dispiace solo di non averlo fatto prima. Ho combattuto con questo per tutta la mia vita, la mia carriera. Vivere la vita di un atleta professionista ed essere gay allo stesso tempo è qualcosa di incredibilmente difficile.

Questo grido di liberazione, però, è andato a sbattere contro l'imperante omofobia del mondo del calcio: da quando si è dichiarato gay, infatti, David Testo non ha trovato una squadra in cui giocare.

Afferma:

Non credo che ci siano squadre di calcio disposte a stringere contratti con un gay.

A trentun'anni si vede costretto ad ammettere che la sua carriera è terminata. Nonostante i proclami (pochi, a dire il vero) le squadre di calcio non sono ancora pronte per accogliere qualcuno che affermi apertamente il proprio orientamento sessuale. Che tristezza!

  • shares
  • Mail