Hillary Clinton e i diritti lgtb. Mah

Hillary ClintonChe le comunità glbt siano molto visibili e organizzate negli Stati Uniti si sa. E che spostino voti anche. E allora Hillary Clinton, in evidente difficoltà a causa degli ultimi risultati elettorali, corre ai ripari. La candidata del partito democratico alla Casa Bianca rilascia un’intervista al Washington Blade in cui dichiara il suo sostegno ai diritti delle persone omosessuali.

Hillary Clinton si dichiara a favore dell’estensione federale del riconoscimento delle coppie dello steso sesso e a favore dell'abrogazione del "Don't Ask, don't Tell", provvedimento che vieta agli omossessuali impegnati nell’esercito di dichiarare o manifestare le proprie preferenze sessuali. Provvedimento emanato dal marito Bill nel 1993.


“Sono amica della comunità LGBT da lungo tempo e parlo dei loro problemi dal 1999 quando mi sono candidata per la prima volta al senato e sono stata considerata la prima ad avere detto chiaramente che il 'Don't Ask, Don't Tell' era da abrogare”.

Ha anche dichiarato che se verrà eletta sarà il primo presidente degli Stati Uniti a marciare in un Gay Pride. Già la vedo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: