Il sesso anale no, non lo devi considerare

Moretti e la Ferrari in Caos CalmoVe lo ricordate il gingle della pubblicità della Girella? Diceva: “La morale è sempre quella, fai merenda con Girella!” Ecco: la morale è sempre quella. E se non fosse per “dovere di cronaca” ci si potrebbe pure astenere dall’ennesima intromissione della CEI nelle nostre lenzuola. Un ritornello, appunto.

Come hanno riportato i mezzi di comunicazione, don Nicolò Anselmi, responsabile del Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile della CEI, ha bollato come troppo volgare la scena di erotismo tra Moretti e la Ferrari nel film Caos Calmo. La Commissione Nazionale Valutazione Film (sempre della CEI) aveva già valutato questo film come segue: “Dal punto di vista pastorale, il film è da valutare come discutibile e segnato da ambiguità”. Non ho visto il film (non è che Moretti mi faccia impazzire…) ed effettivamente la scena potrebbe pure essere volgare.

Però mi viene lo stesso da chiosare su quanto detto dall’Anselmi. Non son riuscito a trovare il testo originale e pertanto faccio riferimento agli estratti pubblicati dal Corriere.

In sintesi, la scena è pesante perché:


  • I due attori fanno l'amore in piedi, vestiti (vabbè, contro la sveltina si può pure essere d’accordo)

  • senza guardarsi in faccia (leggi: lui prende lei da dietro)

  • mi sarei aspettato una scena romantica, soffusa, tenera, magari un momento d'amore aperto alla vita, ad un figlio (leggi meglio: lui non la prende da dietro, ma lei lo prende di dietro)

Mi si perdoni l’eccessiva chiarezza nel chiosare, ma in taluni casi è necessaria.

Da contraltare a don Anselmi c’è la signora Agata Apicella, mamma di Moretti (ah! le care mamme italiane…): «Caos Calmo è un film di una pienezza incredibile, ed è di grande finezza. Io ho educato mio figlio, ora è adulto e libero di fare come vuole».

Che la signora Apicella abbia messo il dito nella piaga? Libertà vo cercando, ch’è sì cara, direbbe l’Alighieri

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: