I gay scalano il Corriere della Sera

Bandiera rainbow, simbolo delle persone lgbtqqiDa qualche giorno è possibile consultare l’archivio storico del Corriere della Sera: primo in Italia, infatti, il Corriere permette di effettuare ricerche nel proprio database a partire dal 2 gennaio 1992.

Ho, così, fatto alcune ricerche di termini chiave del mondo lgbtqqi e ho notato una scalata: la scalata al Corriere della Sera, appunto. Per la serie: siamo i gay “del quartierino”… Ecco da vicino i risultati.

Periodo 1992-1995: il termine gay ricorre 884 volte, mentre quello omosessuale (al singolare e al plurale) ha un totale di 1988 occorrenze. Le lesbiche sono nominate 362 volte, mentre i transessuali (sia al singolare che al plurale) ricorrono 399 volte. Il termine queer è miseramente rappresentato da 11 risultati come il gay pride. L’omofobia raggiunge il risultato di 19 e coming out – outing 7 occorrenze (ma qui bisognerebbe valutare articolo per articolo, con la confusione che si fa con questi due termini…). Il termine omosessualità ricorre 580 volte.

Periodo 1996-1999: inizia la scalata, con dati altalenanti (gay 2151; omosessuale/i: 1689; lesbica/e: 335; queer: 23; gay pride: 24). L’omofobia ha 15 occorrenze, mentre appare il termine transgender (con 10 risultati), accanto al classico transessuale/i (388 volte). La somma di coming out ed outing fa 17. In generale il termine omosessualità ha 588 occorrenze.

Periodo 2000-2003: probabilmente grazie al World Gay Pride abbiamo l’exploit dell’espressione gay pride (388 volte) e, in genere, una crescita di tutto il vocabolario gayo (gay: 1943; omosessuale/i: 1610; lesbica/e: 321; queer: 25; omofobia: 28; transgender: 16; transessuale/i: 237; coming out: 18; outing: 74). Una leggera flessione, invece, del termine omosessualità (519)

Periodo 2004-2007
: l’elezione di Vladimir Luxuria fa salire il termine transgender (101 occorrenze) e livellare quello di transessuale/i (326). Salgono i gay (3139), gli omosessuali in genere (2311) e l’omosessualità (738). Le lesbiche ammontano a 471, queer a 41. Scende gay pride (279) e sale l’omofobia (170 – sperando sia solo più attenzione dei media e non escalation di atti omofobici…) Coming out ed outing assommano 287 occorrenze, ma l’ultimo termine è poco indicativo perché usato per le più svariate situazioni.

Certo, bisognerebbe valutare i singoli articoli per vedere come vengono trattati i temi… e questa potrebbe essere un’originale tesi di laurea (se qualcun* la fa, mi citi!). Intanto, sul Corriere sventola bandiera rainbow (almeno un pochino...)

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: