La banca d'affari paga il cambio di sesso ai dipendenti

transamerica poster Il datore di lavoro più generoso negli Stati Uniti? Secondo la classifica della rivista Fortune, è la banca d'affari Goldman Sachs, che ai suoi dipendenti paga numerose cure mediche, comprese le operazioni e i trattamenti per il cambio di sesso.

Certo, negli Stati Uniti - dove la sanità è privata e dipende dalle assicurazioni che ti coprono e spesso sono una parte della retribuzione - un benefit del genere è molto più importante, che da noi dove l'operazione di cambio di sesso (ma solo la parte chirurgica) è coperta dal Servizio sanitario nazionale. Però è interessante la motivazione che un portavoce della società ha dato di questa scelta, che può costare fino a 100mila euro:

«L'iniziativa fa parte di uno sforzo per reclutare e trattenere una forza professionale diversa».

Nel paese della "classe creativa", probabilmente, è più facile che anche un'azienda capisca il valore del benessere dei propri dipendenti.

  • shares
  • Mail