Sesso nei bagni pubblici e poesia

Qualche tempo fa abbiamo parlato di incontri proibiti nei bagni pubblici. Ora, il mondo è cambiato rispetto anche a pochi decenni fa, ma ritengo che l'unica voce che possa parlare di questi argomenti senza cadere nel compiacimento voyeristico sia quella di un poeta. Ecco i versi - a tema - di uno dei maggiori poeti italiani del Novecento:

Entro nell'ombra ove si muove incerta
una figura d'uomo: il mio compagno
del pisciatoio. Oscuri gesti tenta
quella figura contro il mio candore.
Mi persuade alla fuga un odore
triste di serva nel giorno festivo.
(Sandro Penna, Altre Poesie, 1936-1957)

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: