Roma prepara l’evento GLBT dell’anno


Sebbene ufficialmente non sia segnalato come evento della comunità glbt, ufficiosamente tutti sanno che domenica 6 agosto lo Stadio Olimpico sarà invaso da 70.000 persone di cui un buon 70% saranno uomini gay , il 20% donne lesbiche e il restante 10% uomini e donne etero.

Madonna è un’icona gay un po’ “strana”. Non è l’unica icona gay del mondo: per citare le più note, un po’ di tutti i paesi, ci sono le nostrane Raffaella Carrà, Mina, a seguire Patty Pravo, Ornella Vanoni, Carmen Consoli, Gianna Nannini e chi più ne ha più ne metta. Nel mondo non si possono non citare Dalida, Cher, Kylie Minogue, ma l’elenco sarebbe lunghissimo. Quello che differenzia Madonna da tutte le altre è che comunque una Carmen Consoli, per quanto piaccia molto anche ai gay, è un’ icona assoluta delle lesbiche, Cher è amata da gay, drag queens, e travestiti, Dalida era ed è l’icona dei gay francesi. Di fatto Madonna mette d’accordo tutti, i gay impazziscono per lei, le lesbiche ne sono innamorate, le drag queens la osannano e la imitano.

Ma la cosa che la rende ancora più straordinaria è la seguente: quando Cher è sul palco, oltre ad uno spettacolo kitch e curatissimo, sforna una voce portentosa. Dalida poteva cantare qualsiasi cosa, la Nannini può definirsi una vera e propria forza, anche vocale, della musica rock, mentre Madonna in realtà sa “solo” vendere se stessa. L’ultima notizia commerciale che la riguarda è la partnership con H&M, il colosso svedese dell’abbigliamento, che fornisce l’intero guardaroba off-stage di tutta la troupe per il tour mondiale, compresi musicisti, ballerini, membri della crew e la stessa Material girl. Una chicca per tutti: da metà agosto sarà possibile acquistare nei negozi H&M l’esclusiva tuta da Jogging “MADONNA”, la stessa che indossa nella campagna pubblicitaria in cui è ritratta con i suoi ballerini.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: