Per l'anno del Topo arrivano i gay asiatici. E sono tanti!

Sydney si sta preparando al Nuovo anno Cinese che si apre il 7 febbraio...l’anno del Topo che vedrà 22 eventi in circa tre settimane. La comunità cinese presente nella metropoli australiana è numerosissima e...manco a dirlo, potente. Ma, contrariamente a quanto avviene in Italia dove i politici seguono una sola legge: “non facciamo nulla tanto tra un paio di giorni si sono scordati tutto e non pretenderanno il nostro intervento”,qui si cerca di formare, cambiare, pruomuovere, integrare e informare. Chinatown ad esempio ha un arco che riporta la seguente scritta: sei il benvenuto, qui siamo tutti fratelli e sorelle. Magari nella sostanza non è così...ma il linguaggio è quello che dovrebbe essere ovunque: della fratellanza e della tolleranza.

Apprendo oggi, dal sito che segue gli eventi gay della città e della parte asiatica del globo, che gli organizzatori dei festeggiamenti per il Nuovo Anno Cinese hanno invitato gli Asian Marching Boy, gruppo di cantanti e ballerini asiatici...ovviamente gay e con qualche etero...con forti aperture culturali. Si esibiranno alla presenza del nuovo Primo Ministro Kevin Rudd e a migliaia di persone che parteciperanno ai festeggiamenti.

“Il fatto che siamo stati invitati a prendere parte a questa celebrazione è molto simbolico. Noi siamo una parte della comunità asiatica e della comunità gay e lesbica, e ci piace pensare che ci viene riconosciuto il ruolo di ambasciatori di entrambe le comunità. Questa è una cosa favolosa per noi ".

Dove la parola “favolosa” come notate, fa parte proprio del vocabolario gay, nel mondo.Vidi l’esibizione dei Asian Marching Boy nel 2006, qui a Sydney e ne rimasi colpito per il loro essere perfetti e perfezionisti nelle coreografie, nei costumi, nelle canzoni. Altro che occidentali! Questi mandorloni quando si impegnano fanno cose strepitose.
Whatever! Vuoi vedere che sto Topo ci porterà tanti, ma tanti diritti?

  • shares
  • Mail